XVI Convegno di Cure Palliative

XVI CONVEGNO REGIONALE VENETO DI CURE PALLIATIVE
LA COMPLESSITA' IN CURE PALLIATIVE
Formazione a Distanza
Dal 30 giugno al 3 ottobre 2020

Con il patrocinio di:

città di JesoloULSS4 Veneto Orientale      mano Amica


Coordinamento Scientifico:

Cosimo De Chirico
Direttore U.O.C. di Cure Palliative, AULSS 4 Veneto Orientale; Coordinatore Cure Palliative e Terapia del Dolore della Regione Veneto
Giuseppe Micheletto
già Direttore U.O.C. di Cure Palliative, AULSS 6 Euganea
Giovanni Poles
Direttore U.O.C. di Cure Palliative, AULSS 3 Serenissima; Coordinatore Regionale Veneto SICP
Mirko Riolfi
U.O.C. di Cure Palliative, AULSS 8 Berica
Samantha Serpentini
Psicologa, Istituto Oncologico Veneto, Padova

Razionale:
Negli ultimi anni il concetto di cure palliative, e di conseguenza l’organizzazione dei servizi, e cambiato: quello che alcuni autori hanno definito come un “cambiamento di paradigma” ha portato a definire i pazienti che possono giovarsi maggiormente di cure palliative specialistiche non più in base alla loro prognosi ma alla complessità dei loro bisogni, indipendentemente dalla diagnosi. La complessità nelle cure palliative è definita in correlazione a due tipologie di elementi: quelli intrinseci, relativi alla condizione del paziente e della sua famiglia, e quelli estrinseci, relativi agli scenari nei quali si svolge l’intervento, che comprendono i sistemi professionali e sanitari e le comunità. I professionisti delle cure palliative hanno un ruolo centrale nel comprendere ed applicare i principi della scienza della complessità: la condivisione di cosa si intenda per “complessita” dei pazienti nel fine vita e la capacità di identificarla può guidare nella scelta su quali pazienti siano appropriati per un riferimento alle cure palliative specialistiche e quali siano candidati anche solo temporaneamente a un “approccio palliativo alle cure” di qualità, garantito da non specialisti. [Complessità e Cure Palliative, documento SICP-FCP].

L’analisi delle complessità, siano esse più evidenti, nell’ambito clinico, psicologico e organizzativo, o più invisibili, correlate a relazioni e gesti di cura tra paziente, caregivers e team curante, diventa quindi fondamentale per offrire la migliore risposta possibile a bisogni che sono sempre diversi e difficilmente standardizzabili. Prendersi cura delle persone nel loro fine vita richiede la creazione di Reti di Cure Palliative che siano integrate, efficaci ed economicamente sostenibili: durante il convegno cercheremo di approfondire questi argomenti e stimolare riflessioni che possano essere utili per l’organizzazione dei servizi e la formazione del personale a livello aziendale.

Programma
L’approccio alla complessità in Cure Palliative - Introduce Dott. Cosimo De Chirico

Complessità in cure palliative: di cosa stiamo parlando - C. Peruselli (30 min)
L’identificazione dei bisogni del paziente di cure palliative - M. Cancian (15 min)
Diagnosticare la complessità: compito impossibile o obiettivo auspicabile? - M. Riolfi (15 min)

Le complessità “invisibili” - Introduce Dott. Mirko Riolfi

Coltivare la presenza, l’esserci, nel tempo del fine vita: gesti di cura e cura dei gesti - L. Mortari (30 min)
La ricerca del senso: distress esistenziale e spiritualità in cure palliative - R. Pegoraro (30 min)

La complessità in ambito clinico - Introduce Dott. Mirko Riolfi

Quando i trattamenti non hanno più senso: la costruzione del concetto di futility - M. Melo (15 min)
La nutrizione artificiale in cure palliative: un problema da affrontare a 360 gradi - A. Paccagnella (15 min)
Il delirio nel fine vita: epidemiologia, diagnosi e trattamento - C. De Chirico (15 min)
Il dolore neuropatico: sinergia tra oppioidi e adiuvanti - L. Miceli (15 min)
BtCP: impatto clinico, qualità di vita e possibilità terapeutiche - L. De Filippo (15 min)
Costipazione indotta da oppioidi: quali aspetti considerare - E. Spada (15 min)

La complessità in ambito psicologico e sociale - Introduce Dott.ssa Samantha Serpentini

Ruolo, doveri e competenze dell’assistente sociale nell’affrontare le fragilità famigliari e la crisi dei caregiver - N. Martinelli (15 min)
Lingue e culture diverse: il lavoro coi famigliari in una società multietnica - T. Mondin (15 min)
L’interpretazione delle richieste del paziente e il supporto al processo decisionale - G. Boscolo, E. Cason (15 min)
Pazienti giovani e figli piccoli: bisogni psicologici e competenze specialistiche nell’accompagnamento al fine vita - L. Gasparotto, S. Sommacal (20 min)
La compassion fatigue: i bisogni di chi si prende cura della persona malata - S. Serpentini (15 min)

Tavola rotonda: complessità e organizzazioni delle reti: alla ricerca di un modello sostenibile
Saluti Direttore Generale AULSS 4 Veneto Orientale, C. Bramezza
Presentano la Tavola Rotonda: G. Micheletto, M. Riolfi, S. Serpentini
Moderatori: G. Fornasier, G. Poles, S. Stefanon
Discussants: C. De Chirico, G. Gobber, C. Ghiotto, P. Lora Aprile, L. Miceli

Faculty:

Giuditta Boscolo - Chioggia (VE)
Maurizio Cancian
- Treviso
Eleonora Cason
- Venezia
Cosimo De Chirico
- Portogruaro-San Donà di Piave (VE)
Laura De Filippo
- San Donà di Piave (VE)
Giuseppe Fornasier
- Belluno
Leila Gasparotto
- San Donà di Piave (VE)
Maria Cristina Ghiotto
- Venezia
Gino Gobber
- Trento
Pierangelo Lora Aprile
- Desensano del Garda (BS)
Nicola Martinelli
- Codognè (TV)
Massimo Melo
- Trento
Luca Miceli
- Aviano (PN)
Giuseppe Micheletto
- Padova
Tiziana Mondin
- Verona
Luigina Mortari
- Verona
Agostino Paccagnella
- Treviso
Renzo Pegoraro
- Padova
Carlo Peruselli
- Lecco
Giovanni Poles
- Venezia
Mirko Riolfi
- Arzignano (VI)
Samantha Serpentini
- Padova
Samuela Sommacal
- Padova
Elisa Spada
- San Bonifacio (VR)
Sergio Stefanon
- Portogruaro-San Donà di Piave (VE)


Programma PDF Scarica la locandina

Modalità di erogazione
FAD asincrono, pubblicato on line sul sito www.fad-depratocongressi.it, dal 30 giugno al 3 ottobre 2020

ECM:
Il corso verrà accreditato per:
Medico Chirurgo – Discipline: Anestesia e Rianimazione; Chirurgia Generale; Continuità Assistenziale; Cure Palliative; Direzione Medica di Presidio Ospedaliero; Geriatria; Medicina di Comunità; Medicina Generale; Medicina Interna; Neurologia; Oncologia; Organizzazione dei Servizi Sanitari di Base; Psichiatria; Psicoterapia; Scienza dell'alimentazione e Dietetica.
Infermiere; Psicologo.

Modalità di partecipazione
La partecipazione al corso erogato in modalità FAD è gratuita e limitata alle prime 130 iscrizioni che perverranno alla Segreteria.
Le slides delle relazioni saranno disponibili per la consultazione sul sito www.fad-depratocongressi.it dopo il 3 ottobre 2020.

Con il contributo incondizionato di:

Angelini 100      Gentili Oncology    Kyowa Kirin

Iscriviti

Last modified: Saturday, 1 August 2020, 9:34 AM